Zannone – Le vostre immersioni a Zannone con Oceania Team

Zannone – la scontrosa

Non è un’isola facile Zannone. E’ la più piccola delle Ponziane (maggiore solo di Gavi e Santo Stefano) ed è la più settentrionale dell’arcipelago, sorge a Nord-Est di Ponza da cui dista circa 6 miglia.

Di forma pressoché rotonda, Zannone dispone di un unico punto di approdo situato a Punta del Varo, l’isola è abitata solo da agenti del Corpo Forestale che si alternano in turni settimanali. Precedentemente vi risiedevano anche i guardiani del faro situato a Capo Negro all’estremità settentrionale dell’isola, in tempi recenti il faro è stato completamente automatizzato rendendo superflua la presenza umana.

Date le sue peculiarità naturalistiche Zannone fa parte dal 1979 del Parco Nazionale del Circeo e per visitarla è necessario essere autorizzati dalla Direzione del Parco.

Era nota agli antichi greci e romani con il nome Sinonia (Σηνωνία in greco antico). Sede del Monastero Cistercense di Santo Spirito risalente al 1231 ed abbandonato nel 1291 quando a causa delle scorrerie dei pirati, i monaci preferirono trasferirsi sulla terraferma. Del Monastero di Santo Spirito di Zannone restano importanti ruderi. Durante la prima guerra mondiale, un sottomarino tedesco al largo di Zannone silurò il motoveliero Corriere di Ponza: 35 ponzesi persero la vita.

Zannone è un’isola molto verde per la presenza di un fitto bosco e per la sua ricca vegetazione, tipicamente mediterranea, con flora lussureggiante, ginestre, fichi d’india, agavi e quercie, tra cui un unico esemplare di quercia castagnara.

Anche la fauna risulta molto rappresentata, con esemplari di falco della palude, falco pellegrino e gabbiano reale, oltre ad una colonia di mufloni importati dalla Sardegna nel secondo dopoguerra e che oggi sono specie protetta. Si trovano anche rettili, come la lucertola, ed insetti quali ragni e lepidotteri.

L’ambiente marino, poi, vanta acque verdi e cristalline con fondali ricoperti da gorgonie fitte e fluttuanti e con posti meravigliosi per gli amanti delle immersioni subacquee, quali la “Secca del Varo“, situata lungo il tratto roccioso sottomarino che separa Ponza da Zannone e la cui sommità sorge a circa 3 metri dal pelo dell’acqua con alghe scure e Posidonia.
Scendendo fino a circa 30 mt. di profondità si possono incontrare varie tipologie di pesci: polpi, cernie, murene colorate, grandi granchi e, agli inizi dell’estate quando si riproducono, folti gruppi di castagnole danzanti.

Immersioni a Zannone con Oceania

Il punto privilegiato per le immersioni a Zannone è la Secca del Mariuolo, un agglomerato roccioso la cui parte emersa è l’omonimo Scoglio del Mariuolo che sorge dal mare a poca distanza dall’isola in prossimità di Punta Varo, partendo dallo scoglio e scendendo lungo uno dei suoi versanti si trova una platea di sedimento chiaro e grossolano con ampie chiazze di sabbia più fine dove, aguzzando la vista, è possibile scorgere dei rombi che si mimetizzano sul fondale. La Secca del Mariuolo è costituita da raggruppamenti di scogli a profondità variabili da -25 a -35 ed è una immersione praticabile da subacquei di ogni livello di esperienza.

Le immersioni a Zannone con Oceania vengono effettuate nei punti di immersione elencati nella pagina delle immersioni e possono essere concordate con gli ospiti.

Oceania Boat Facebook

Naui Logo

CMAS Logo

ANIS Logo